Perfect match

A cat and the charming park in Sutri, Italy

A beautiful cat in our charming archaeological park in Sutri, Italy.

 

Particolare del corpus domini di Sutri

L’infiorata, il corpus domini, la festività religiosa che dà lo start all’estate con fiori e partecipazione. L’antica tradizione del Corpus Domini che inizia nel mille e duecento arriva fino a noi con immutato trasporto. A Sutri non abbiamo quadri di Santa Cristina né di Urbano IV o Pietro da Praga. In realtà la processione  del Corpus Domini  sull’infiorata a Sutri comincia nel 1976.

Dovete venirci almeno una volta. Nel primo pomeriggio, subito dopo pranzo, vedrete centinaia di persone che in un lungo percorso di vie che fa il giro del borgo. Bambini, anziani, donne, uomini. Tutto d’un sentimento a posare fiori e foglie, ad annaffiare i disegni, a mantenere quei bellissimi quadri profumati e colorati. E poi nel tardo pomeriggio la processione religiosa.

Le vie sutrine piene anche di turisti e curiosi pronti ad ammirare e fotografare.

Quest’anno il corpus domini sarà il 23 giugno.

Fiori del corpus domini sutrino

Cartolina sutrina

Villa Savorelli, Sutri. Giardino.

Giardino di Villa Savorelli. Sulla sinistra la facciata della Madonna del Monte e sullo sfondo la cattedrale. In questo periodo è meraviglioso vedere le diverse tonalità dei colori che si accendono nei colli Sutrini.

Civita Castellana

Portico del Forte Sangallo di Civita Castellana.
Cortile del Forte Sangallo, Civita Castellana

All’interno del bellissimo Forte Sangallo troveremo un bellissimo museo nel quale ripercorreremo migliaia di anni del nostro territorio. Nel museo dell’agro capisco reperti unici, da sepolcri a corredi funerari, vasi dipinti, iscrizioni, gioielli, decorazioni architettoniche. Da vedere assolutamente. Come da percorrere è il percorso sulle terrazze.

Maggio piovoso a Sutri

La sutrina Piazza del Comune durante la pioggia

Non mi ricordo un maggio più piovoso è più freddo di questo.  A Sutri, nella Tuscia, in Italia!

Per chi dice che i cambiamenti climatici sono una leggenda faccio notare che oggi piove e fa schifo mentre a Stoccolma da ventidue gradi. Sono anni che in autunno ma anche in inverno da noi le temperature possono arrivare a meno dieci mentre a Helsinki stanno sullo zero (sono finnico, ho le mie spie!).

Questa mattina sono andata a comprare le ciliegie e non sono così buone come negli anni passati. Non hanno preso quella giusta dose di sole. E neanche io ho preso la giusta dose di sole, dato che non sono stato mai al mare. Per me è stranissimo stare alla fine di maggio senza aver mai visto il mare.

Quindi:

Negazionisti dei cambiamenti climatici, shame on you!

Per gli altri: venite a trovarmi a Sutri!

Ronciglione, una chicca dimenticata?

Ronciglione medievale

Una cittadina  rinomata per il suo carnevale, per il suo lago, Il lago di Vico, e per un suo illustre cittadino, Marco Mengoni, ha molti altri motivi per una visita e a volte ce ne dimentichiamo.

Tra questi sicuramente la parte medievale della città, i quartieri che si sviluppano  tra viuzze deliziose ed evocative e monumenti antichi come le varie chiese e torri annesse.

Andate nella cittadina, magari per una passeggiata nel fine settimana e ne resterete soddisfatti.

Torre Fortebracci

Torre Fortebracci di Sutri

Una delle pochissime torri di Sutri rimaste in piedi, Torre Fortebracci è visibile non solo dal basso, dal parcheggio, ma ovviamente visibile anche da piazza del Duomo. Le condizioni della torre non sono buone, ed è un peccato.

 

 

 

Dialoghi a Sutri

Seconda serie di mostre del museo di Palazzo Doebbing a Sutri. Nelle sale del palazzo vescovile undici mostre, da Tiziano a Guttuso, passando per Scipione da Gaeta, Rosai, Ligabue e Rousseau (queste due in un dialogo che colpisce perché le opere rimandano all’infanzia di ognuno di noi quando tra stra sussidiari e sceneggiati TV venivamo rapiti dall’esotismo di questi due autori). E poi Crocicchi, Francis Bacon, Solito, Lamagna che ci accompagna dal giardino alle sale interne, e ancora Fausto Pirandello. E non dimentichiamo l’arte sacra con Antoniazzo Romano e il Pastura, e l’arte antica con il nostro efebo.  Si esce pieni, storditi, sazi.

Italo Calcagni,

Guida turistica, 3332399921

info@italocalcagni.it

La favola sutrina in una foto?

Sutri, la cattedrale le nuvole e il tufo.

Questa foto  non è eccelsa ma è comunque evocativa. La strada con edifici che sembrano vecchie case del tempo che fu, il manto stradale che sembra battuto appena da carretti, in alto la cattedrale, e poi questo meraviglioso cielo primaverile, carico di energia e pronto sia a scoppiare in pioggia che ad aprirsi per una giornata assolata. È tutto perfetto per un inizio di una meravigliosa storia, una favola, la favola della perla della Tuscia, Sutri. Alcuni vogliono che Sutri diventi la capitale della Tuscia. A me basta che sia bella e felice.