Palazzo Farnese a Caprarola

Se avete in mente un soggiorno nella Tuscia, o se volete solo farvi una gita fuori porta, non potete non inserire tra i posti da visitare il magnifico Palazzo Farnese a Caprarola.

Questa perla del Rinascimento, ammirata da turisti di tutto il mondo, è una delle visite che vi faranno dire: “Peccato non esserci venuto prima!”.

Il palazzo, voluto dal cardinale Alessandro Farnese, futuro Paolo III, il primo grande papa del Rinascimento, era stato commissionato all’architetto Antonio da Sangallo il Giovane e a Baldassarre Peruzzi.

Dopo la morte del Sangallo il cardinal Alessandro Farnese (non Paolo III ma il nipote) affidò la continuazione dei lavori al Vignola. E quel che doveva essere una rocca divenne uno dei più bei palazzi del Rinascimento.

L’entrata è maestosa con la doppia scala che come un abbraccio vi accoglie.

E dal piano dei prelati, attraverso la meravigliosa scala elicoidale interna, la scala regia, dove appare tutto il genio del Vignola, nella quale il Tempesta dipinse i paesaggi, arrivate al piano nobile nel quale ogni sala è sbalordimento, grandezza, tutto è fasto, in ogni dove appare il giglio, lo stemma dei Farnese. La sala di Ercole, la sala dei Fasti farnesiani, quella del Concilio di Trento, la sala del Mappamondo, e via discorrendo, si scoprono opere d’arte negli affreschi che ci mostrano tutta la potenza di questa famiglia.

I più grandi pittori dell’epoca hanno contribuito al ciclo di affreschi: i fratelli Zuccari, il Tempesta, Raffaellino da Reggio tra i nomi più importanti.

La bellezza dell’interno corrisponde alla bellezza dell’esterno. I giardini bassi e soprattutto i giardini alti offrono sensazioni differenti. Dalle geometrie dei giardini di bosso alla pace del bosco. Le fontane meravigliose, refrigerio e sbalordimento per gli ospiti dell’epoca, le statue di rara beltà.

Sicuramente avrete visto queste stanze e questi giardini ma non lo sapevate. Decine i film e le serie tv, italiani e stranieri, nei quali appare il Palazzo, spesso usato nella finzione come location per descrivere il Vaticano.

Andiamo a vederlo e godiamoci la bellezza!